Luxury Bespoke Tables

"Eclisse" nasce dal preciso desiderio di creare ambienti magici in cui l'energia scorra, come accade durante quegli eventi speciali che da sempre hanno incantato l'uomo e che chiamiamo eclissi. Luoghi di meraviglia dove l'occhio non si stanca mai di osservare. Una sequenza, un sovrapporsi, un annullarsi di forme circolari ammorbidite dalla forma organica irregolare del cristallo, dalla grafica fluida dell’inconsistenza celeste e da basi metalliche alte o basse, piene o vuote. Un mix materico tra cristallo e metallo traforato, tavoli curvi dalle linee lunari.
Una raccolta composta da 9 tavoli, ciascuno declinato in 4 linee: "Azimuth, Saros, Apogeo e Prominence"; e da tre paraventi che danno vita alla linea "Eclissarsi".
Tavoli alti e bassi progettati per dilatare e moltiplicare la loro dimensione spaziale verso l'infinito sono stati la risposta di UNICA al preciso desiderio di ricreare quella suggestione che solo un evento speciale può dare all'osservatore. La magia di un'eclisse in cui l'alternanza di luce e ombra può fondersi indipendentemente dal luogo e dal tempo.

Luce e tenebre nel tempo dell’uomo e sogno e magia e presagio per un bimbo che nasce, per una battaglia da vincere e divinità a cui affidare il nostro destino e scoperta e geometria che segnano l’arte di cui l’uomo è interprete e colore che danza nel cielo boreale. Nessuno di noi conosce l’inizio, ma sa che la bellezza, l’armonia le leggi complesse che governano la natura sono le due candele, il sole e la luna, passionali e romantiche che ogni mattina avviano le nostre speranze e ogni notte sostengono la fantasia. Ogni tanto, giocando con la terra, innescano un video diverso: Le Eclissi. Con gli occhi all’insù, un po’ timorosi come bambini seguiamo il loro rincorrersi, sovrapporsi, annullarsi. Riemergono antiche paure, ancora aspettiamo responsi, parole. L’attesa ha il battito del cuore. Inutilmente pensiamo a una lezione di fisica, il cielo stanotte racconta solo favole. A partita finita, sul campo da gioco le palle rotolano altrove, sorridiamo contenti. Per tutti ritorna la Luce. (Cit. Nenè)